Recensione LIVE: ALEX BRITTI @ TEATRO COLOSSEO

0
58

Alex Britti: chitarra, voce e piede!!!

Tutta l’energia del valente musicista e dell’ottimo cantautore

di Ermanno Eandi

 

Torino – 25 marzo 2014

Alex Britti è uno che con la chitarra ci sa veramente fare, la coccola, la mangia, la corteggia e con la sua maestria nel suonarla, seduce il pubblico.

Il Teatro Colosseo è pienissimo, lui appare da solo e spara subito due canzoni”Gelido” e “Prendere o lasciare”, dopo si ferma e spiega il concetto della serata.

Innanzitutto lui sarà da solo, come i vecchi bluesman, userà la chitarra, la sua voce e il piede (in questo caso un pedale amplificato) per dare il ritmo, un concerto speciale, per palati fini dove darà tutto se stesso.

D’incanto le note della sua chitarra riempiono l’anima degli spettatori, Roma (la sua città)  si trasferisce in Louisiana e il Tevere diventa il Mississippi, tutto diventa blues, magìa, ritmo, colore, profumo del profondo sud, dove le canzoni diventano anima e le corde della chitarra passione purissima.

Alex Britti non contento della sua bravura con la chitararra, stupisce il pubblico e, con un pedale magico, inventa un’orchestra. Il pedale è un campionatore di suoni, così dal vivo incomincia a  prepararsi le basi per le sue canzoni, va alle percussioni, inizia con un tam tam, clik colpo ti pedale e il campionatore  incomincia riproporre il suono all’infinito , poi il charleston, il rullante clik, alla fine con un pedale e un po’ di tecnologia ha una band che lo accompagna, geniale trovata e lui superlativo.

Il concerto si snoda con ritmo e gioia, nonostante sia solo sul palco, l’anima del cantautore riempie gli spazi e la sua chitarra inchioda il pubblico.

Alex Britti parla dei suoi miti il primo è Edoardo Bennato con cui ha fatto grandi cose, l’altro è un cantautore romano Stefano Rosso, come tributo a quest’ultimo a inserito nel suo ultimo cd “Gli occhi dei bambini” una canzone inedita di Stefano Rosso.

Alla fine, ci stupisce di nuovo, dice al pubblico che non concederà bis, per evitare la grottesca pantomima, dell’entrare ed uscire e ha ragione, lui i bis li mette in scaletta a fine concerto, così alla fine canta tutte le sue hits più famose e si congeda dal pubblico senza più apparire.

Un concerto importante dove Alex Britti ha dimostrato tutto il suo talento e ha fatto capire cosa possono fare una chitarra, una voce ed pedale.
Scaletta

Gelido – Prendere o Lasciare – Come chiedi scusa – Piove

Esci piano – Milano –Lo Zingaro felice – la vita sognata –

Le cose che ci uniscono – Nomi – Perché mi vuoi – bene così

Una su un 1,000,000 – 7000 caffè – oggi sono io – La vasca

Baciami (e portami a ballare) – Solo una volta (o tutta la vita)

 

Guardate le immagini del Live nella Gallery a cura di Letizia Reynaud

[Galleries 33 not found]