Recensione Live:UMBERTO TOZZI UN MITO INTRAMONTABILE Grande concerto tra presente e passato

0
177

UMBERTO TOZZI UN  MITO INTRAMONTABILE

Grande concerto tra presente e passato

 

di Ermanno Eandi

“Grazieeee!” un urlo con la sua voce acuta e particolare rompe l’attesa, è così che appare sul palco, e questo sarà l’intercalare alla fine di ogni brano del concerto di Umberto Tozzi, nel gremitissimo Teatro Colosseo.

Il suo tour si intitola “Yesterday e Today”  e, in effetti, il concerto è proprio così, molto “Yesterday” e qualche “today”, in due ore di musica sfileranno aggiornati e valorizzati tutti i brani celeberrimi del cantautore torinese ed alcuni inediti mai incisi.

Sul palco oltre la Star, ci sono cinque valenti musicisti, che suonano rispettivamente la batteria, il basso, la chitarra, le tastiere e il sax, quest’ultimo renderà magici alcuni brani. Sopra il palco un megaschermo che proietta immagini inerenti alle canzoni.

Dopo un lungo intro di sax il concerto inizia con “Equivocando”,  il pubblico incomincia a scaldarsi.

“Dedico questo concerto a due care persone – afferma il cantautore – che sono mancate in questo periodo, il primo è Joe Vescovi (un grande musicista che ha collaborato con lui) e l’altro è Mango.” Un lunghissimo applauso “Il prossimo brano – prosegue Tozzi – mi ha permesso di cambiare la mia carriera, ha sconvolto la mia arte, è la canzone più importante della mia vita e la voglio dedicare alla donna più importante della mia vita, mia madre che è qui presente questa sera…. La canzone si intitola Ti Amo” Un toccante tripudio…

La musica avvolge il pubblico, lo eleva, canta con lui e vive l’atmosfera magica di un gran concerto.

A metà concerto  una pausa molto particolare, un inatteso figlio d’arte Yari Carrisi, il figlio di Albano, che con una chitarra classica interpreta un brano dei Beatles e due canzoni sue.

Al ritorno sul palco Umberto è solo, si siede al piano forte e canta senza musicisti la poesia delle sue canzoni, i tasti compongono la melodia di “Dimentica, dimentica” e la sua voce rara e preziosa diventa un’orchestra di raffinatezza.

Poi ritorna la band,  e si continua a volare, a cantare e a battere le mani in concerto da sogno per i fans del cantautore.

Alla fine il tripudio tutti sotto il palco avvinti dalla forza ed energia di “Gloria”

In questo concerto, l’artista, rivisita tutta la sua carriera e offre al suo pubblico una preziosa ed indimenticabile serata… bravo Umberto Tozzi!

Scaletta:

Equivocando – Notte Rosa – Roma Nord – Ti amo – Meravigliosa – Ciao Lulù – Perdendo Anna – Quasi quasi – Io camminerò – Gli altri Siamo Noi – Dimmi di no – Dimentica dimentica – donna amante mia – si può dare di più – gente di mare – io muoio di te – Stella Stai – Tu –  Gloria

La PhotoGallery di Music&theCity a cura di SERGIO CIPPO

[Galleries 87 not found]