VENDITTI: MOMENTI MAGICI DI GRANDE MUSICA Splendido concerto a “Ritmika” del cantautore romano

0
68

VENDITTI: MOMENTI MAGICI DI GRANDE MUSICA

Splendido concerto  a “Ritmika” del cantautore romano

 Di Ermanno Eandi

Il festival “Ritmika” per festeggiare la sua ventesima edizione, ha giocato le sue carte in modo esemplare.  Dopo Fedez e J-Ax,  ha portato sul palco del centro commerciale “45° Nord” di Moncalieri, uno dei cantautori più raffinati che ha scritto la storia della musica italiana: Antonello Venditti.

Oltre all’impegno musicale, Ritmika (unico festival gratuito in Piemonte), guarda anche al sociale, infatti prima dell’inizio del concerto è stato proposto al pubblico di partecipare ad una raccolta fondi per l’istituto IRCSS di Candiolo, che, da molti anni, combatte per debellare il cancro: ottima iniziativa!

Ma adesso parliamo del grandissimo cantautore.

Alle 22 sale sul palco, oltre diecimila persone lo attendono, Venditti è in forma smagliante, la sua musica come per magìa, lentamente conquista il pubblico, gli entra nell’anima, la voce del cantautore romano si fonde con altre migliaia e insieme salpano in questo meraviglioso viaggio sonoro per approdare al “Tortuga Tour 2016”.

Antonello Venditti, da vera icona della musica italiana, rapisce il pubblico, come in caleidoscopio di note canta tutti i suoi celeberrimi successi, dalla toccante e purtroppo sempre attuale “Lilli”, alla poetica “Stella”, passando dalla ritmica giamaicana di “Piero e Cinzia” al concerto di Bob Marley ,  alla nuovissima “Cosa avevi in mente”.

Due ore di concerto che coronano e rendono prestigio all’immensa carriera  del cantautore e che, contemporaneamente, fanno rivivere la colonna sonora degli ultimi quarant’anni di tutti gli italiani,  che hanno ascoltato e vissuto, di generazione in generazione, le canzoni di Venditti.

Molte sono le intramontabili hits che presenta,  il pubblico viene rapito dalla sua musica, canta  e balla,  canzoni celeberrime come “Sotto il segno dei pesci”, “Giulio Cesare”, “Dalla pelle al cuore”, “Ci Vorrebbe un amico” e “Sara”.

 

Il finale è toccante, il concerto termina con la parola grazie, un grazie di cuore ad ogni spettatore e un grazie speciale a una città unica ed eterna “Grazie Roma”.

Grande serata, un tuffo nel passato e una nuotata nel presente nella pentagrammata isola della “Tortuga” di Antonello Venditti, complimenti.

 

SCALETTA

Raggio di luna, I ragazzi del Tortuga, Giulio Cesare, Piero e Cinzia, Peppino, Stella, Non so dirti quando, Lilly, Sotto il segno dei pesci, Bomba o non bomba, Sara, Tienimi dentro te, Ci vorrebbe un amico, Notte prima degli esami, Cosa avevi in mente, Unica, Dalla pelle al cuore, Che fantastica storia è la vita, Ogni volta, Amici mai, Alta marea, Benvenuti in paradiso, In questo mondo di ladri, Grazie Roma.

La PhotoGallery di Music&theCity a cura di Sergio Cippo 

[Galleries 259 not found]